Tag: Perché è nato il tuo blog & Reader Problems

Posted on Posted in Articoli vari, Libri

Sono stata taggata questa sera per due tag, avrei dovuto scegliere quale dei due tag scegliere, ma dato che sono un’eterna indecisa, ho scelto di farli entrambi. tumblr_lse0f9yo1R1qgyzfp

Ringrazio Federica di On Rainy Days (qui troverete il suo tag) per avermi taggata in questi due tag: “Perché è nato il tuo blog” e “Reader Problems“.

Partiamo subito con le nomine (ovviamente questi sono solo indicativi, chiunque è invitato a partecipare):

Il blog “Il nostro angolo dei sogni

Il blog “Dreaming with books

Il blog “L’acquerello di un attimo” (anche se ho la vaga impressione che lei sia stata già taggata da qualcuno!)

PERCHÉ È NATO IL TUO BLOG?

Ho sempre avuto la passione per la scrittura. All’inizio, però, pensavo di voler diventare una youtuber, pensando che fossi più adatta di fronte ad una telecamera con i miei video su youtube. Poi però ho capito che ciò che davvero volevo fare era aprire un blog, scrivere di tutto quello che mi passava per la testa. Criticare in senso positivo o negativo libri, film, serie tv o qualsiasi altra cosa vedessi o sentissi.

Prima di aprire questo mio blog, volevo collaborare con un mio amico, avevamo anche iniziato a creare la pagina facebook e tutto ciò che serviva per pubblicizzarlo. Poi però non abbiamo più fatto nulla, ma io avevo sempre questo bisogno di scrivere e di condividere con altre persone la mia passione, così l’8 Luglio 2015 è nato Words ed è la cosa per cui vado più fiera. Di solito sono una ragazza che non porta a termine ciò che inizia, invece questo blog mi sta dando così tante soddisfazioni che mi spinge a fare sempre meglio.

READER PROBLEMS

  1. Hai 20.000 libri nella tua TBR. Come fai a decidere quale sarà il prossimo libro che leggerai? Ho uno strano vizio: penso al libro che voglio leggere ancora prima di iniziare quello che ho appena scelto. Poi alla fine cambio completamente idea e leggo il libro che più mi ispira (dal titolo, dalla copertina, dalla trama) e anche in base al mio umore del momento.
  2. Sei a metà di un libro e non ti sta piacendo affatto. Lo abbandoni o mantieni il tuo impegno e lo finisci? Non lo abbandono, ma lo accantono per un po’, prendo un altro libro, lo finisco e poi lo riprendo. Non mi piace lasciare i libri a metà, a meno che non si tratta di uno di quei libri super noiosi!
  3. Si avvicina la fine dell’anno e tu sei lontana dal raggiungere il tuo obiettivo della challenge dei libri da leggere su GoodReads. Provi ad accelerare adesso? E come? Non mi prefiggo mai un obiettivo annuale. Non mi piace fare alcuna gara, preferisco godermi i libri che voglio leggere in quel momento, senza pensare che mi mancano 30, 20 o 10 libri alla fine del mio obiettivo. Non riuscirei a godermi i libri che sto leggendo con l’ansia che li sto leggendo troppo lentamente e che per colpa della mia lentezza non riesco a raggiungere il mio obiettivo. No, meglio senza gare!
  4. Le cover di una serie che ami hanno uno stile diverso. Come superi questa cosa? All’inizio è un trauma, perché vorrei poter avere lo stesso stile per una saga che seguo e mi piace, però alla fine mi rilasso e penso che quando guadagnerò dei soldi potrò comprarmi nuove edizioni e tutte uguali!
  5. Tutti, ma proprio tutti, amano un libro che a te proprio non piace. Con chi condividi le tue impressioni riguardo a quel libro? Con voi del blog o anche con quelli che amano il libro. Con chiunque. Penso che non ci sia cosa più bella del confronto e mi piace sentire chi ama il libro e perché. Perché io ho dei motivi concreti per non amarlo, e quelli che lo amano?
  6. Stai leggendo un libro in pubblico e ti viene da piangere. Come ti comporti? Scappo via. No, a parte gli scherzi. Faccio finta di comportarmi normalmente, fin quando non sento le lacrime salire e mi nascondo dietro la maglia o vicino al finestrino, Libro avanti e via, libero sfogo alle mie lacrime.
  7. Il nuovo volume di una serie che segui è appena uscito, ma hai dimenticato del tutto il volume precedente. Come ti comporti? Rileggi il libro precedente, dai una scorsa alla sinossi su Goodreads  non leggi il nuovo libro o ti limiti a piangere disperatamente? Rileggo. Non voglio finire col farmi mille domande del perché è successa una determinata cosa o chi fosse quel personaggio che io non ricordo. Meglio perdere un po’ di tempo nel rilegge e rinfrescare la memoria, che restare con mille dubbi dopo. 
  8. Non vuoi che nessuno prenda in prestito i tuoi libri. Come fai a dire di no alle persone quando ti chiedono in prestito un libro? Uso la frase tipica, che chi mi conosce ormai sa a memoria: “no, scusa. Non è per te, eh! Io so che sei una persona affidabile, ma sono io il problema. I libri li voglio tenere troppo con cura e non li presto a nessuno. Non prendertela, non è una questione personale“. Ho prestato davvero raramente i libri e quelle poche volte me li sono ritrovati messi non proprio bene. Non farò più quell’errore. 
  9. Blocco del lettore: nell’ultimo mese, hai abbandonato almeno cinque romanzi. Come fai a uscirne? Mi fermo per un po’. Aspetto che questa fase passi e nel frattempo mi faccio consigliare un libro. Di solito quando qualcuno mi consiglia un libro, lo finisco per non deludere e così riesco a sbloccarmi. 
  10. Stanno per uscire tantissimi libri che muori dalla voglia di leggere. Quanti ne compri veramente? Mmh, vediamo. Mi faccio la lista di tutti i libri in uscita e che devo comprare e man mano, uno ogni due settimane o al mese lo compro. Fino a quando non ho tutti i libri che desideravo!
  11. Dopo aver comprato dei libri che morivi dalla voglia di leggere, quanto devono veramente aspettare sullo scaffale prima di essere letti? Dipende, a volte nemmeno un giorno. Se non ho altri libri da leggere, inizio subito. Se lo desideravo da tempo non posso lasciarmi il desiderio ancora per molto. 

Senzanome

E anche questo tag è finito. Spero vi sia piaciuto e chiunque voglia partecipare, ovviamente, è il benvenuto.

Baci, Maria.

P.S Se vuoi essere sempre aggiornato sui nostri articoli, clicca qui e lascia un mi piace e diventa lettore fisso del blog 😀 Ciao

4 thoughts on “Tag: Perché è nato il tuo blog & Reader Problems

  1. ahahahaha “Non è per te, eh! Io so che sei una persona affidabile, ma sono io il problema” diplomazia level: 10 e lode. Scusa rispolverabile anche per le storie d’amore deludenti tra l’altro 😀 …Anche a me non piace fare sfide di lettura per tutto l’anno, devo sentirmi libera di leggere come voglio 🙂 <3

    1. Ahahahaha meglio dare la colpa a se stessi che dire “senti sono una psicopatica che ama i suoi libri e non voglio che me li rovini, quindi cià”!
      Comunque si, meglio godersi il libro che pensare a quanti ancora mi mancano per completare la mia lista

  2. Ciao Dean. Non riesco a pensare ad altro ahahah 🙂
    Grazie per avermi taggata! Comunque hai fatto bene ad aprire il blog, come sai amo le tue recensioni e mi fai sempre tanto ridere! 😉

    1. E io continuo a ringraziarti *-* fa sempre piacere sapere che ciò che si fa viene apprezzato! E ovviamente anche io adoro il tuo modo di scrivere *-*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*