Tag: 25 fatti libreschi su di me

Posted on Posted in Libri

Sono stata taggata ancora una volta, da Clarissa di “Questione di libri” (cliccate sul titolo del blog per leggere il suo tag), per un nuovo tag, un po’ diverso, ma come sempre bello e divertente.

Prima di iniziare: grazie Clarissa, perché senza di te non farei tutti questi tag, che AMO!

747958
Questo è tutto l’amore che provo per te

Come si capisce dal titolo, questo tag serve solamente per farvi i fatti miei: scriverò, infatti, 25 cose che faccio spesso quando compro un libro, lo leggo o semplicemente lo metto in libreria… insomma, oggi vi spiegherò 25 mie manie.

  1. Preferisco i libri con la copertina rigida a quelli in versione economica. Credo che questo valga un po’ per tutti noi lettori: insomma, un libro in copertina rigida fa tutto un altro effetto. Purtroppo però non tutti si trovano così, e non sapete quanto sia grande il mio dispiacere, soprattutto quando si tratta di libri che compongono una saga; vedere libri con copertina rigida, e altri in versione economica… mi piange il cuore.ghirigoro-1-300x38
  2. Preferisco i libri nuovi a quelli vecchi, perché mi da fastidio vedere i libri consumati e preferisco libri che siano stati usati solo da me, così da sentire quel profumo di nuovo e sfogliarli per la prima volta.ghirigoro-1-300x38
  3. NON AZZARDATEVI A FARMI VEDERE UN LIBRO SOTTOLINEATO CHE DIVENTO MATTA! Non mi piace, non mi piace e non mi piace. Per me i libri sono sacri, e anche sottolinearli con la matita mi fa imbestialire. Chiamatemi anche psicopatica, ma no! I libri non si sporcano. Se c’è una citazione che mi piace, faccio la foto e magari la metto su Instagram, o semplicemente la lascio in Galleria; oppure la scrivo da qualche parte. ghirigoro-1-300x38
  4. Se leggo un libro in pdf e mi piace, devo comprarlo. Devo avere per forza una copia cartacea di quel libro, perché è bello ricordare di aver letto quel libro e rivederlo di tanto in tanto anche in libreria.ghirigoro-1-300x38
  5. Non chiedetemi un libro che non ve lo presto, a meno che non siate una persona di cui mi fido ciecamente (cosa quasi impossibile). Ho prestato solo due volte uno stesso libro e le persone che lo hanno ricevuto hanno avuto un’esperienza bruttissima: hanno assistito a una me paranoica, che chiedeva del libro ogni due minuti. Forse detto così mi fa sembrare davvero una pazza psicopatica, ma cosa ci posso fare? I libri sono come dei figli miei e saperli nelle mani di altre persone mi fa stare col pensiero fisso.ghirigoro-1-300x38
  6. All’inizio non mi piaceva ascoltare la musica mentre leggevo, perché mi deconcentrava, anche se leggevo nel caos più totale, con gente che parlava a destra e a manca; ma con la musica proprio non ci riuscivo. Invece ultimamente (con la lettura di Girl Runner), ho scoperto che leggere con le cuffie e la musica a bassa voce mi fa rilassare e concentrare meglio su quello che sto leggendo. Quindi è da un mesetto che, quando posso, leggo ascoltando musica. Provatelo, è una bella sensazione.ghirigoro-1-300x38
  7. Così come ha scritto anche Clarissa, devo avere sempre un libro con me quando esco. Di solito porto la lettura del momento (ma va?) e quando ho un momento libero ne approfitto per portarmi avanti con la storia. ghirigoro-1-300x38
  8. Ho iniziato a leggere quando avevo circa 12 anni, grazie ai libri di Luca Zanforlin (autore dei libri di Amici di Maria De Filippi). Dovrebbe essere una cosa di cui vergognarmi, ma quei libri mi hanno fatto entrare nel magico mondo della lettura, quindi ben venga.ghirigoro-1-300x38
  9. Uno dei miei scrittori preferiti è Alessandro D’Avenia, avrei voluto incontrarlo durante la promozione del suo terzo libro – Ciò che inferno non è – ma non è venuto a Napoli. Io amo quell’uomo: il suo modo di scrivere, quando parla, quando spiega le sue lezioni. Avrei voluto avere lui come professore di lettere, invece di quella professoressa che per quattro anni non ha fatto altro che provare ad allontanarmi da una delle materie più belle che si studiano a scuola. Nonostante non abbia mai incontrato D’Avenia, gli ho però scritto un’email e qualche volta su twitter, e quando ho ricevuto le sue risposte, mi sono sentita la ragazza più fortunata del mondo, piangendo come una bimba e ringraziandolo per essere così dolce e disponibile!ghirigoro-1-300x38
  10. Da un po’ di tempo ho l’abitudine di scrivermi su un post-it quattro o cinque libri da leggere nel mese che è arrivato, sperando di finirli tutti entro la fine del mese. Non è una gara, se ci riesco bene, altrimenti fa niente. Per questo mese ho scelto: Vodka&Inferno (che sto leggendo), Resta con me fino all’ultima canzone (letto, la recensione è QUI), Io prima di te, Ciò che inferno non è e David Copperfield. Sono sicura che questo mese non riuscirò a leggere tutti questi libri, ma almeno ci provo!ghirigoro-1-300x38
  11. Anche se Harry Potter è la mia saga preferita e la amo più di qualsiasi altra cosa, non è stata la prima saga che ho letto. La prima è stata quella di Percy Jackson, iniziata per puro caso. Ero a lavoro da mio padre e un suo amico gli portò tre libri, uno era Percy Jackson e il ladro di fulmini e gli altri due erano due libri sui cani. Attratta dalla copertina e dal titolo che già avevo sentito da qualche parte, lo iniziai il giorno stesso. Inutile dire che me ne innamorai subito, lo divorai in pochi giorni e da allora il mio amore per questo semidio è aumentato ogni giorno di più.ghirigoro-1-300x38
  12. Il mio genere preferito è quello Fantasy. Prima leggevo solo fantasy, non andavo oltre: avevo bisogno di tenere viva l’immaginazione e pensare sempre alle cose fantastiche, che nella realtà non sarebbero mai successe. Poi sono cresciuta e ho capito che l’immaginazione partiva con qualsiasi libro bello. Però scusate, io devo sempre tornare, come il figliol prodigo, dai miei adorati fantasy; ecco perché ringrazio Rick Riordan per la sua grande immaginazione e il suo scrivere mille libri su Percy Jackson e i suoi compagni.ghirigoro-1-300x38
  13. Quando entro in contatto con un autore, anche conosciuto da poco, entro sempre nel panico. Mi fa sentire fortunata poter conoscere, anche solo tramite facebook, le persone che hanno pensato e scritto dei miei personaggi preferiti, la trovo una cosa bellissima.ghirigoro-1-300x38
  14. A parte la saga di Harry Potter, il mio libro preferito è “Cose che nessuno sa” di Alessandro D’Avenia. Se non lo avete letto fatelo, perché è un libro bellissimo, scritto benissimo e con una storia così vera da sembrare la vostra storia.ghirigoro-1-300x38
  15. Ho provato a far leggere alla mia famiglia i libri che più mi sono piaciuti, ma sempre con un pessimo risultato. Mia mamma ha detto un sacco di volte di voler leggere libri come “Otto centimetri di morte” (letto per un incontro con l’autrice nel mio vecchio liceo), ma non lo ha mai fatto e penso mai lo farà; mio padre ha iniziato a leggere Percy Jackson e il libro segreto, ma ha letto le prime due storie, poi si è scocciato; infine ho le mie due sorelle: una odia leggere e non toccherebbe un libro nemmeno sotto tortura, mentre l’altra mi ha dato delle soddisfazioni leggendo libri come “Noi siamo infinito” e “Scrivimi ancora“, poi è passata ad “After”, quindi ha perso tutta la mia stima! ghirigoro-1-300x38
  16. Odio la saga di Twilight, quella di After e 50 Sfumature. Mentre dei primi due non ho letto nemmeno mezza pagina, degli ultimi ho letto solo 50 Sfumature di Grigio, giusto per capire cosa avesse di tanto speciale e se facevo bene o sbagliavo a criticarlo: facevo e faccio benissimo a criticarlo. Penso che leggerò anche After (o anche solo il primo) per capire se fa davvero schifo come dicono o ha ragione mia sorella a dire che è bello (credo che la seconda sia molto improbabile).ghirigoro-1-300x38
  17. Preferisco i libri cartacei agli ebook. Prima leggevo solo cartacei, per me gli eboook erano Satana. Adesso però mi sono adattata e per fare prima leggo anche molti ebook, tanto se mi piacciono li compro lo stessi cartacei.ghirigoro-1-300x38
  18. Mi piace partecipare ai BookMob (leggete QUI cos’è). Mi piace stare con altre persone che come me amano leggere, mi fa sentire parte di un gruppo, anche se quelle persone non le ho mai viste e dopo quei dieci minuti mai li vedrò.ghirigoro-1-300x38
  19. Grazie alla mia amica Emanuela ho scoperto tanti altri libri che prima non avrei mai preso in considerazione, classici e non. Ho scoperto di avere grandi lacune in fatto di libri, e mano a mano sto imparando tante cose nuove.ghirigoro-1-300x38
  20. Quando scopro che un film che ho visto è tratto da un libro, inserisco subito il titolo nella wishlist, mi piace vedere le differenze e le analogie tra la pellicola e il libro.ghirigoro-1-300x38
  21. Riesco a ricordare tutte le trame e molti particolare dei libri che leggo, se non li ricordo vuol dire che il libro non mi è piaciuto come avrebbe dovuto o non ero molto attenta. Questo implica che avrei bisogno di una rilettura, che mi riprometto di fare, ma che poi non faccio mai: non ho tempo!ghirigoro-1-300x38
  22. Tutti i miei amici e familiari conoscono la mia passione per la lettura, ma ce ne fosse uno (a parte mamma, papà ed Emanuela) che mi comprasse un libro per compleanno o Natale! Ricevo sempre regali inutili, quando poi un libro – bello o brutto che sia – sarebbe di gran lunga meglio.ghirigoro-1-300x38
  23. Dato che condivido tutti gli articoli del blog anche sul mio profilo faceboook, molti sanno che ho un blog e quando mi fanno un complimento, mi imbarazzo sempre, non so che dire e allora mi limito a sorridere e sussurrare un imbarazzatissimo “grazie”. Ah, in più ho mio padre che è il mio fan numero uno: ha detto ormai a tutti i suoi amici che ho un blog e non perde occasione per farlo vedere, quindi anche se avessi voluto tenerlo nascosto, ho mio padre che mi fa pubblicità.ghirigoro-1-300x38
  24. Dato che sono una schiappa in inglese – o con le lingue in generale – leggo solo in italiano. Lo so che leggere in lingua è più bello, ma ehi, cosa volete farci? Non tutti sono dei geni come voi!ghirigoro-1-300x38
  25. Ultima rivelazione: ho deciso di dedicarmi a molti più classici italiani (e non solo). Dato che frequento l’università di Lettere, ho deciso che sia arrivato il momento di espandere la mia cultura entrando in diretto contatto con gli autori che mi ritroverò a studiare. Sarà sicuramente un lavoro difficile, ma voglio provarci e sicuramente vi terrò aggiornati (esticazzi direte voi, va beh… io volevo rendervi partecipi).

FINALMENTE!

Ok, ce l’abbiamo fatta. Queste erano alcune delle mia manie. Spero vi siano piaciute e non annoiate.

Io taggo i seguenti blog, ma il tag è rivolto anche a voi lettori: quali sono i vostri 25 fatti libreschi? Dai dai dai commentate che voglio sapere.

  • La Corte
  • L’Acquerello di un attimo
  • Un libro nel cassetto
  • Leggere è un modo di volare senz’ali

Baci, Maria.

P.S Se vuoi essere sempre aggiornato sui nostri articoli, clicca qui e lascia un Mi piace 😀 Ciao.

4 thoughts on “Tag: 25 fatti libreschi su di me

  1. Ho fatto anch’io questo tag
    Non ho letto né la saga di Twilight, né quella di After né quella delle 50 Sfumature, ma mi stanno antipatiche a prescindere XD
    Ti invito a partecipare al mio Giveaway, in palio una copia cartacea di “Glass Magician” più l’ebook di “Paper Magician” (primo capitolo della saga) e il segnalibro del Café Littéraire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*