Domino Letterario: Dopo di te

Posted on Posted in Libri

Quando un libro ti entra nel cuore e ti sembra così bello da dover prenderti del tempo prima di iniziarne un altro, vorresti sempre sapere cosa succede a quei personaggi che hai tanto amato e che si sono fatti spogliare di tutte le loro paure e di tutte le loro sensazioni, permettendoti di conoscerli e, attraverso loro, conoscere te stessa. Molte volte però l’immaginazione è molto meglio della realtà; è bello sognare cosa è successo ai protagonisti, ai loro amici e a quei personaggi che non hai mai potuto sopportare. Quando però arriva la scrittrice e ti mette sotto agli occhi il loro sviluppo, di solito la delusione è dietro l’angolo. La stessa delusione che ho provato io leggendo questo libro per il Domino Letterario di Luglio: Dopo di te. 

libro-io-dopo-di-te-jojo-moyes-313x480Titolo: Dopo di te

Autrice: Jojo Moyes

Casa editrice: Mondadori

Genere: Romance contemporaneo

Data di uscita: 3 Maggio 2016

Prezzo cartaceo: €18,00

Prezzo eBook: €9,99

Trama: “Per qualche tempo ti sentirai a disagio nel tuo nuovo mondo. Ci si sente sempre disorientati quando si viene sbalzati fuori dal proprio angolino rassicurante… C’è fame in te, Clark. C’è audacia. L’hai soltanto sepolta, coma fa gran parte della gente. Vivi bene. Semplicemente, vivi”.

Come si fa ad andare avanti dopo aver perso chi si ama?
Come si può ricostruire la propria vita, voltare pagina?
Per Louisa Clark, detta Lou, come per tutti, ricominciare è molto difficile. Dopo la morte di Will Traynor, di cui si è perdutamente innamorata, si sente persa, svuotata.
È passato un anno e mezzo ormai, e Lou non è più quella di prima. I sei mesi intensi trascorsi con Will l’hanno completamente trasformata, ma ora è come se fosse tornata al punto di partenza e lei sente di dover dare una nuova svolta alla sua vita.
A ventinove anni si ritrova quasi per caso a lavorare nello squallido bar di un aeroporto di Londra in cui guarda sconsolata il viavai della gente. Vive in un appartamento anonimo dove non le piace stare e recupera il rapporto con la sua famiglia senza avere delle reali prospettive. Soprattutto si domanda ogni giorno se mai riuscirà a superare il dolore che la soffoca. Ma tutto sta per cambiare.
Quando una sera una persona sconosciuta si presenta sulla soglia di casa, Lou deve prendere in fretta una decisione. Se chiude la porta, la sua vita continuerà così com’è: semplice, ordinaria, rassegnata. Se la apre, rischierà tutto. Ma lei ha promesso a se stessa e a Will di vivere, e se vuole mantenere la promessa deve lasciar entrare ciò che è nuovo.

Recensione

Come possiamo leggere dalla trama, nel sequel di Io prima di te, ritroviamo la cara Lou un anno e mezzo dopo la morte del suo amato Will. Lou è cambiata: dopo aver passato dei mesi a Parigi, si trasferisce a Londra, si spoglia di tutti quei vestiti che per anni l’avevano caratterizzata e che avevano fatto innamorare Will, indossa un jeans e una maglietta anonima e va a lavorare nel bar di un aeroporto anonimo, frustrata dalle lamentele del suo capo e non soddisfatta della sua vita.

Ammettetelo, dopo la fine di Io prima di te, avevate immaginato Lou che prometteva a Will che avrebbe vissuto, vissuto davvero; l’avevate immaginata in giro per il mondo, a fare quello che avrebbe voluto fare con il suo uomo. Io avevo immaginato Lou come una donna, che nonostante le difficoltà, le paure e la sofferenza, aveva mantenuto la promessa fatta al suo amore e immaginavo, anzi speravo di vederla la solita ragazza forte e determinata che tanto mi era piaciuta nel primo libro.

In questo secondo racconto, invece, Lou ha perso tutto il suo carattere. La scrittrice ha ridotto la sua protagonista come tutte le altre protagoniste dei romanzi d’amore letti, riletti e odiati. La ragazza è stanca del suo lavoro, è stanca di stare male ed è stanca dei presunti pettegolezzi su di lei e la sua storia con Will. Non fa altro che scappare e questa suo nascondersi, il fatto che non vuole più mettersi in gioco, la rende completamente estranea agli occhi di chi si era innamorato di lei nello scorso libro.

Come dopo ogni evento tragico, però, Senza titolo-2si cerca di andare avanti, ed è lo stesso per Lou. Va ad alcuni incontri con altre persone che hanno perso un amore o un parente troppo presto e si sfoga, cerca condividere con loro quello che ha provato dopo la scelta di Will e quello che ora sta affrontando nel cercare di superare la situazione.

La vita però ha altri programmi per Louisa. Ecco quindi che si presenta alla sua porta una persona che è molto, molto vicina a Will. Non posso dirvi chi è o che ruolo copre in tutto il libro, altrimenti vi spoilerei tutto e credetemi non mi conviene, perché il libro non è già chissà cosa, se vi dicessi anche questo non lo comprereste proprio più. Questo personaggio darà del filo da torcere a Lou e insieme cercheranno di creare un legame. Nel frattempo però, Lou incontra anche un uomo che le farà battere il cuore dopo un anno e mezzo; sto parlando di Sam, il giovane paramedico che in seguito a un incidente della ragazza, intraprende con lei una storia d’amore e nel frattempo deve vedersela anche con il fantasma di Will, che continuamente torna, non permettendo a Lou di lasciarsi andare come vorrebbe. 

Dopo di te è sicuramente un libro carino, che si legge in poco tempo, con uno stile scorrevole e semplice. La sua pecca è che viene paragonato al meraviglioso libro che lo precede. Questo, a confronto con Io prima di te, è un semplice libro d’amore, banale e senza spessore. Se avessi saputo cosa mi aspettava, non avrei mai speso €18,00. Credo che la scelta più saggia sarebbe stata quella di lasciare immaginare ai lettori il seguito, senza distruggere dei personaggi che ci hanno fatto sognare.

Spero che invece la mia recensione non vi abbia deluso e vi ricordo, con questa foto, tutti i blog che hanno partecipato questo mese al Domino Letterario:

13557894_271923013165442_2554538594072834466_n

Baci, Maria.

P.S Se vuoi essere sempre aggiornato sui nostri articoli, clicca qui e lascia un Mi piace 😀 Ciao.

20 thoughts on “Domino Letterario: Dopo di te

  1. Ho inserito questo titolo nella mia rubrica dedicata ai libri che non ho intenzione di leggere.
    Beh, temo proprio che rimarrà lì.

    1. Mi dispiace dirlo, ma credo che tu abbia fatto un’ottima scelta. Non è un libro brutto, ma è riuscito a banalizzare tutta la storia di Lou… purtroppo.

    1. Puoi dargli una possibilità. Leggendo in giro, ho notato che molti hanno amato Dopo di te. Magari piacerà anche a te la storia di Lou e la sua ripresa dopo la morte di Will 🙂

  2. Ricordo che quando lo comprasti ti chiesi anche se me lo potevi prestare. Ho cambiato idea oramai xD voglio conservare la bella idea che ho di “Io prima di te” e ho letto fin troppi pareri negativi.

    1. Il primo te lo consiglio assolutamente. Io l’ho amato (e pensa che leggo davvero pochi romanzi d’amore). Il secondo ti rovinerebbe la bellezza del primo, quindi io ti consiglierei di fermarti solo a “Io prima di te”.

    1. Sono felice che qualcuno, a differenza mia, lo abbia apprezzato di più. Purtroppo io ho un problema con tutti i libri romantici standard. Grazie per aver commentato 😀

    1. Io penso che invece ci lascerai tutto il tuo cuore.. è un libro bellissimo, il primo e non vedo l’ora di vedere il film, che penso e spero sia molto simile al libro 😀

  3. Sapevo già quando l’ho letto cosa andavo in contro,poi se si legge bene il titolo ci possiamo fare un’intuizione.Come hai detto tu un libro che si legge bene ,scorrevole nella lettura ma ahimè hai ragione si fa sempre il paragone con il precedente libro forse la pecca sono i ricordi di Lou e ci viene in mente sempre Will.

    1. Si, credo tu abbia ragione. Forse continuiamo ad essere legati al primo e non andare avanti perché Lou ci ricorda sempre Will (cosa anche giusta, perché in qualche modo si deve creare il legame con la storia precedente), ma come facciamo ad amare i nuovi personaggi e la nuova storia d’amore di Lou, se ci fermiamo sempre a pensare quello che è successo con Will?

  4. Ho letto Io prima di te ma non ho nessuna intenzione di leggere Dopo di te, poiché non voglio distruggere la storia di Lou…

    1. Mi dispiace. Io mi sono avvicinata alla Moyes solo con Io prima di te e mi è piaciuto tanto, ma sicuramente non leggerò nient’altro, perché non amo i romanzi d’amore e so che farei una spesa inutile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.