In Dubious Battle: recensione del film di James Franco con Nat Wolff

Posted on Posted in Film

In Dubious Battle è approdato lo scorso anno al 73° Festival di Venezia e dal 7 Settembre sarà in tutti i cinema italiani. Un film che credevo mi avrebbe dato tante soddisfazioni, ma da cui ho ricevuto solo una forte delusione.

Risultati immagini per in dubious battle gifTratto dall’omonimo romanzo del premio Nobel John Steinbeck, The Dubious Battle è ambientato nel 1933, durante la Grande Depressione. Jim Nolan (Nat Wolff) sceglie di arruolarsi in un partito politico in lotta per i diritti dei lavoratori, capeggiato da Mac (James Franco). I due andranno sotto copertura in un campo di mele, con un unico obiettivo: convincere i lavoratori sottopagati a scioperare per i loro diritti. Gli artigiani, convinti dalle parole di Mac e soprattutto dalla fiducia che ispira Jim, scelgono di seguirli e scioperare: un gesto che porterà a gravi conseguenze.

Sono pochi i film di James Franco che mi hanno particolarmente deluso, Risultati immagini per in dubious battle gifIn Dubious Battle è purtroppo uno di questi. La pellicola – diretta e interpretata da Franco, insieme a Nat Wolff, Selena Gomez, Ed Harris e Bryan Cranston – ha una trama poco chiara e convincente. A causa dell’inizio forse fin troppo veloce e con il tema che viene sviscerato già nelle prime scene, diventa sempre più difficile per il regista tenere il ritmo, tant’è che il film diventa monotono, creando quasi un effetto soporifero. I passaggi sbrigativi e poco nitidi, conducono a un finale tronco, che delude lo spettatore.

In Dubious Battle manca di pathos, non c’è empatia tra lo spettatore e gli eventi rappresentati sullo schermo. Neanche l’ottima interpretazione di James Franco – che più che un leader sembra un manipolatore e calcolatore – o di Nat Wolff (Città di Carta) riescono a rendere meno noiosa la pellicola. Un film piatto, senza picchi di tensione e in cui anche gli stessi personaggi non spiccano, ma sembrano assorti nei loro sogni.

Risultati immagini per in dubious battle gifJames Franco e Nat Wolff sono accompagnati da attori di rilievo, ma che non riescono a far emergere i loro personaggi. Lo stesso succede con Josh Hutcherson (Hunger Games), che porta in scena un contadino ribelle, che segue solo le sue regole; un personaggio che risulta antipatico agli occhi di chi lo guarda, semplicemente perché – come il resto del cast – non ha modo di farsi conoscere. Selena Gomez, invece, che ha già lavorato con Franco in Spring Breaks, appare completamente inutile, messa lì solo perché fosse protagonista di una forzata storia d’amore.

Un film che poteva dare tanto, ma che non è riuscito a giocarsi bene le sue carte. Un miscuglio di elementi senza un ordine preciso, che confonde soltanto e lascia in bocca un amaro sapore, un senso di insoddisfazione e delusione.

Regia: ⭐⭐⭐
Sceneggiatura: ⭐⭐
Recitazione: ⭐⭐⭐
Emozione: ⭐
Voto finale: 2.25

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*