Sam Claflin al Giffoni Film Festival

21.07.2016: Sam Claflin al Giffoni Film Festival

Posted on Posted in Articoli vari, Film, Storie di vita vera

Diario di bordo: Sam Claflin al Giffoni Film Festival il 21 Luglio 2016. Ecco cosa è successo.

dgjIl Giffoni è uno degli eventi più importanti sul cinema ed è anche uno di quegli eventi di cui noi italiani dovremmo andarne fieri. Il Giffoni Film Festival, da anni, è riuscito ad invitare grandi attori di film e serie tv, non solo italiani, ma anche internazionali. Basti pensare a Robert De Niro nei primi anni ’80, Alan Rickman o attori più recenti e amati in tutto il mondo come Logan lerman, i protagonisti di Glee, Dylan O’Brien, Tom Felton e…. Sam Claflin.

Cos’ha di diverso Sam Claflin? Perché su di lui sto facendo un articolo, mentre non l’ho fatto per Evanna Linch, che è stata nello stesso luogo solo due giorni prima? Vi sto scrivendo questo articolo perché ieri, 21 Luglio 2016, sono stata al Giffoni Film Festival per assistere al Meet The Stars con uno degli attori che più ammiro e apprezzo: Sam Claflin.

13734559_10208170757804801_375360548_n
Ormai ci ho preso gusto a farvi vedere le mie foto!

Quando io e le mie amiche eravamo riuscite a prendere i biglietti non ci potevo credere: era la prima volta che partecipavo ad un Meet The Stars, dopo averci provato per vari anni, per altri attori che mi interessavano, questa volta ce l’avevo fatta. Mi sono sentita per una volta enormemente fortunata, un po’ come Harry Potter quando riesce a scamparla a Voldemort in qualsiasi occasione.

Già in piedi alle 6 di mattina, senza un po’ di stanchezza, mi sono preparata e insieme alle mie amiche mi sono messa in cammino verso la cittadina del cinema: Giffoni!

Tralasciando i ritardi del treno e del pullman (sia all’andata che al ritorno), siamo arrivate al Giffoni sane e salve e pazientemente abbiamo aspettato per entrare nella sala dove si sarebbe tenuto l’incontro. In quel momento mi sentivo come una bimba portata per la prima volta al parco giochi. Ero stata altre volte al Giffoni, ma mai durante l’evento e questa novità, associata all’imminente incontro con uno degli attori che più apprezzo, mi ha fatto sentire davvero felice. Non potevo smettere di sorridere e pensare che di lì a poco avrei respirato la stessa aria di Sam.

Arrivata in sala, sono stata assegnata al mio posto. Ero praticamente in culonia (posso dirlo?), ma quando avete avuto la fortuna di prendere i biglietti, mentre altre persone non ce l’hanno fatta, dove ti trovi diventa quasi irrilevante… l’importante è che ci sei!

gzjPrima di far entrare l’attore, Manlio (il presentatore) ci ha messo a nostro agio con battute, spoiler su Game Of Thrones (grazie ancora Manlio, sempre gentilissimo!), e ancora battute. Tutto questo fino a quando arriva la notizia che Sam era arrivato. Potevamo essere anche le ragazze più tranquille del mondo, ma alla notizia che di lì a poco sarebbe entrato Mr Claflin in sala, tutti abbiamo iniziato ad agitarci. La salivazione mancava, la sudorazione aumentava e gli occhi iniziavano a farsi lucidi. E poi, il momento: Sam Claflin viene annunciato ed entra in sala.

Alla sua entrata le urla sono diventate sempre di più, lo salutavamo alzando le mani e lui non faceva altro che sorridere, mostrando a tutti quelle fossette di cui ci siamo innamorati. Arrivato sul palco, dimostra la sua grande preparazione sulla nostra lingua dicendo la seguente frase: “Ciao, grazie, ti amo”. Le solite parole che uno straniero impara e che scatenano le lacrime di tutti in sala. Eravamo pazzi? Molto probabilmente si!

Dopo i saluti e i continui urli da parte di qualche ragazza, per attirare l’attenzione di Sam, il Meet the Stars inizia e le domande che vengono fatte all’attore sono tante e delle più varie. Avrei voluto farvi una registrazione per riportarvi tutto alla perfezione, ma dovete scusarmi, in quel momento mi sono dimenticata di tutto.

Sam, insieme ai ragazzi che gli facevano le domande e noi che lo ascoltavamo imbambolati, ha parlato di moltissime cose. Abbiamo iniziato con Hunger Games, per poi passare a Love, Rosie e Me Before You. Abbiamo parlato della sua carriera all’interno dell’accademia dove ha studiato, ha parlato del suo rapporto con la tecnologia. Siamo passati poi alla sua conoscenza della filmografia italiana, per poi parlare di tanto tanto altro ancora. Quei tre quarti d’ora sono volati in compagnia di Sam. Avrei voluto fare anche io una domanda, ma la signorina che passava e decideva quale andava bene, quale invece no, aveva deciso che tutte le domande che avevo proposto io non erano adatte (ci sarà sempre occasione, caro Sam, non ti liberi così facilmente da me!).rqg

Alla fine dell’incontro, com’è da tradizione, Sam Claflin ha fatto un selfie dal palco con tutto il pubblico (io c’ero, ma non mi si vede, ma vi assicuro che c’ero). Ma Sam poteva mai rimanere fermo sul palco per fare una foto? No, assolutamente no! Sorprendendo ancora una volta tutti, l’attore decide di scendere dal palco e catapultarsi sul pubblico, scatenando l’invidia di tutti noi che eravamo dietro e non abbiamo potuto sapere di cosa odorava il nostro caro Finnick Odair.

Come al solito i ragazzi non riescono a dimostrarsi maturi, e per poco uno di loro non lo strozzava. Di questo l’attore sembrava non averci fatto caso ed ecco cosa ci ha scritto su instagram:

Una giornata bellissima, che ricorderò per sempre. Sembrerà da pazzi perché non ho potuto parlare con lui, non ho potuto fare una foto, non l’ho visto per bene, se non dallo schermo, però vi giuro che rifarei tutto. Ero lì, per la prima volta e posso dire di aver incontrato un attore internazionale, uno di quegli attori che ho voluto bene fin dall’inizio e che mi hanno avvicinato sempre di più alla bellissima arte del cinema. Non mi importa se le cose non erano perfette, c’era Sam Claflin e quello è stato meglio di qualsiasi altra cosa.

Ringrazio a nome di tutti noi ragazzi il Giffoni, gli organizzatori e Manlio Castagna, che ogni anno ci danno queste grandi opportunità: vedere e parlare gratis con persone che non vedremmo se non attraverso uno schermo. Li ringrazio anche per le bellissime cose che ogni giorno fanno, per la perfetta organizzazione e per la serietà che ci mettono nel dare vita a uno dei festival più belli che io abbia mai visto, sia in televisione che dal vivo. Mi è sempre piaciuto il Giffoni, e ogni anno lo sento sempre più vicino e me ne innamoro ancora e ancora.

Grazie a voi che avete letto l’articolo, alla prossima.

Baci, Maria.

P.S Se vuoi essere sempre aggiornato sui nostri articoli, clicca qui e lascia un Mi piace 😀 Ciao.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.